Provincia, il Pd denuncia il ritardo della Giunta nella redazione del Bilancio

TERAMO – “Furbizie propagandistiche coprono l’immobilismo della Giunta provinciale”. A lanciare le accuse contro l’amministrazione guidata da Valter Catarra è il capogruppo del Pd, Ernino D’Agostino, con una nota nella quale esprime disappunto per quello che ritiene “un enorme ritardo” nella predisposizione del bilancio di previsione 2010. “Evidentemente il presidente Catarra intende battere il record negativo che detiene al Comune di Notaresco – accusa D’Agostino –  dove il Bilancio lo scorso anno fu approvato nel mese di giugno. Nel frattempo, con l’esercizio provvisorio, si registra la sostanziale paralisi delle attività e degli interventi della Provincia in ogni settore”. E sulla decisione della Giunta di “tassarsi” per contrarre un mutuo destinato alla manutenzione delle strade il coordinatore dell’opposizione dichiara:“non si tratta di regali o di sacrifici degli assessori, ma di  normali tagli alle spese dei settori per far fronte ad emergenze dei quali bisognerà valutare le conseguenze”.  D’Agostino è inoltre intervenuto sulla notizia apparsa sulla stampa della scoperta di una parcella milionaria a carico della Provincia per
un incarico professionale affidato nel 1996 per la progettazione del secondo lotto della Teramo-mare. ”Occorre fare chiarezza sulle questioni sollevate – dice ancora D’Agostino – sulla base dei fatti e degli atti amministrativi”. Per questo ha annunciato che il gruppo del PD ha chiesto l’immediata convocazione della Commissione di vigilanza, presieduta dal consigliere Ugo Nori “in modo da accertare i fatti e discutere gli intenti della Giunta nelle sedi istituzionali preposte”. Sollecitando infine l’adozione dello schema di Bilancio, D’Agostino ha dichiarato che non saranno tollerati “ulteriori ritardi che si ripercuotono negativamente sui cittadini, sulle imprese e sull’utenza dei servizi erogati dall’ente”.

Leave a Comment