"Costa Blu", per Monticelli va esteso all’entroterra teramano

TERAMO – “Il progetto del Costa Blu non va limitato solo alla fascia costiera ma esteso a tutto il sistema turistico della provincia di Teramo”. E’ quanto sostiene il sindaco di Pineto Luciano Monticelli, intervenuto in una nota sul marchio promosso lanciato dall’assessore provinciale al turismo, Ezio Vannucci, per valorizzare la costa teramana, “un marchio che ho ottenuto successo – per Monticelli – ma che deve un successo ma che deve abbracciare anche l’entroterra in considerazione del fatto che tra mare e montagna vi sono appena 60 chilometri di differenza con una zona collinare assolutamente da valorizzare”. Per il primo cittadino di Pineto è essenziale, in quest’ottica, programmare iniziative come pacchetti promozionali di vacanze da trascorrere al mare con escursioni nell’entroterra teramano. Secondo Monticelli va sfruttato lo scalo aeroportuale di Pescara che permette facili collegamenti con le capitali del nord Europa e puntare con Trenitalia, ad aprire un discorso sul potenziamento delle fermate dei treni nelle località costiere. Progetti per i quali occorre il coinvolgimento della Provincia e della Regione teso a finanziare progetti di questo tipo. Sono questi i percorsi che per Ponticelli dovrebbero animare il progetto “Costa Blu” , “un marchio importante per la valorizzazione dei nostri territori ma che – per il sindaco di Pineto – al di là di una promozione di immagine attraverso elenchi telefonici e altri sistemi può rischiare di rimanere sulla carta un piano dalle grandi potenzialità ma inespresse”.

Leave a Comment