Morra pronto a sostenere gli universitari teramani sui problemi del trasporto pubblico

TERAMO –  Gli studenti universitari teramani chieono di potenziare le corse dei tram per il polo universitario di Colleparco, di modularle in base a un orario più comodo per le lezioni e una tariffa gratuita per il tratto urbano che collega la mensa universitaria al Campus di Coste S.Agostino. Per risolvere il problema dei trasporti pubblici che collegano l’Università di Teramo con il centro urbano, considerato dagli universitari una criticità “eterna”, una delegazione studentesca compasta dalle associazioni universitarie Miu (movimento indipendente universitario), Saturno e Orizzonti Comuni, ha incontrato oggi, nel corso di un tavolo di lavoro, l’assessore regionale ai Trasporti, Giandonato Morra, Flaviano Montebello, in qualità di componente del CdA dell’Arpa e l’assessore comunale con delega ai Rapporti con l’Università, Giorgio D’Ignazio. L’incontro è stato utile all’assessore Morra per fare il punto sul chiilometraggio urbano, tema sul quale anche l’amministrazione comunale è schierata per il raggiungimento di un aumento, per il quale Morra, pur nei vincoli economici, si starebbe adoperando tagliando alcuni “rami secchi” ed eliminando alcune sovrapposizioni nelle corse. Queste le operazioni messe in campo per ottenere quel chilometraggio utile a favorire un collegamento più agevole da e verso le frazioni cittadine. Morra si è infine reso disponibile ad appoggiare presso la Staur l’istanza del servizio di collegamento gratuito tra mensa e polo universitario. Per quanto riguarda invece la mobilità regionale, l’assessore regionale ha reso noto di aver avviato trattative con Trenitalia per istituire la “Freccia d’Abruzzo”, un sistema di collegamento ferroviario veloce che parta da Chieti per raggiungere tutte le fermate principali abruzzesi e arrivare fino a Bologna. E a corse veloci su gomma pensa anche Flaviano Montebello dell’Arpa per collegare Teramo e Giulianova, un progetto di lunga scadenza che però, come puntualizzato, potrà prendere forma una volta ultimato il Lotto Zero.

Leave a Comment