Si è chiusa la Fiera del sole e dei grandi numeri

TERAMO – Ha chiuso i battenti la 22° Fiera dell’Agricoltura, caratterizzata dal sole di primavera e da grandi numeri. In attesa dei dati ufficiali, si calcola che almeno 30.000 persone abbiano affollato nella giornata di oggi l’area dello stadio di Piano d’Accio dove è stata allestita quest’anno l’esposizione. I parcheggi allestiti per l’occasione sono stati affollati in ogni ordine di posto, con circa 6-7000 auto in sosta (nella foto), alle quali ne vanno aggiunte un altro migliaio disseminate nella viabilità parallela tra Piano d’Accio e San Nicolò. E’ stata una Fiera salutata dalla primavera e dal sole, tranne per la breve parentesi di sabato pomeriggio. Il che ha favorito il pienone e procurato ottimi affari per gli oltre cento espositori che hanno partecipato alla manifestazione. Molto gettonata la Fattoria dal vivo, che ha attratto i più piccoli, ma anche i piatti tipici proposti dalle aziende agricole agrituristiche dell’area gastronomica. Molto azzeccata la novità dell’ampliamento dello spazio dedicato ai mercati contadini del Gal Appennino Teramano e della Coldiretti, così come gli stand di varie tipicità produttive loccali hanno incontrato i favori del numeroso pubblico. Tra l’altro i visitatori ma anche i produttori presenti hanno confermato il loro gradimento alla nnuova location della Fiera, in un’area che, sebbene fosse quasi il doppio di quella (ex Villeroy & Boch) che ospitava fino allo scorso anno l’evento, sembra già piccola per il successo di partecipazioni.

Leave a Comment