Rubata e subito ritrovata la bici del sindaco Brucchi

TERAMO – Il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, subisce il furto della sua bicicletta ‘comunale’ ma in mezzora il caso è risolto: la bici ricompare a circa trecento metri da dove era stata sottratta. E’ successo questa sera. La bicicletta personalizzata con le scritte "sindaco" e "Città di Teramo" (nerlla foto), e per questo ancora più difficile da piazzare o nascondere, è scomparsa da sotto l’abitazione del primo cittadino, che l’aveva lasciata incustodita per alcuni minuti. Subito è scattata la caccia al ladro ma soprattutto al motivo per cui poteva essere stata rubata: ritorsione o gesto di un disperato alla ricerca urgente di un mezzo veloce? Mentre sul posto giungevano gli agenti della Digos, lo stesso sindaco e gli uomini del suo staff si sono messi immediatamente alla ricerca della bicicletta, pensando bene che il ladro potesse essere nelle immediate vicinanze. E così è stato. Manco a farlo apposta a incrociare la bicicletta è stato un fedelissimo del sindaco, la sua ombra, Vinicio Ciarroni. L’ha trovata appoggiata all’ingresso di una pensione in via Getulio, nella zona di Sant’Anna. L’ha presa, l’ha inforcata e ha cominciato a pedalare, inseguito da un uomo di mezza età che, sbucato all’improvviso, gli è corso dietro gridando che la bicicletta era sua…

Leave a Comment