Di Marzio nell’Osservatorio regionale per l’artigianato

TERAMO – Il vice presidente vicario della Confartigianato Abruzzo, Luciano Di Marzio rappresenterà la l’associazione di categoria nell’Osservatorio regionale per l’artigianato, organo previsto nella nuova legge regionale sull’artigianato. La nomina, informa una nota, è avvenuta il 22 marzo con un decreto della Giunta regionale. Un prestigioso riconoscimento è stato conferito in considerazione dell’esperienza e delle capacità dimostrate nel corso degli anni alla guida della Confartigianato di Teramo. L’ Osservatorio regionale è l’unico organo previsto nel  nuovo strumento legislativo, essendo state abolite sia la Commissione regionale dell’artigianato che quella provinciale e si occuperà di raccogliere, attraverso l’azione sinergica delle associazioni di categoria, le indicazioni provenienti dal territorio, monitorando la presenza dell’insediamento di nuove attività e le loro opportunità di sviluppo. “ Il mio impegno per questo nuovo e prestigioso incarico – ha dichiarato Di Marzio – sarà quello di lavorare affinchè venga riconosciuto appieno il ruolo dell’artigianato quale asse portante dell’economia della nostra Regione ”. Saranno diverse le indicazioni che ho in animo di fornire al primo incontro dell’Osservatorio – ha dichiarato Di Marzio –  come il rientro nei centri storici delle botteghe artigiane”. L’idea, da proporre a tutti i sindaci dei capoluoghi delle provincie Abruzzesi, consiste nel recuperare locali nelle piazze o vie del centro storico di ogni città e metterle a disposizione per un periodo limitato a tutti gli artigiani che ne fanno richiesta con l’obbligo di realizzare i loro prodotti in presenza di turisti o curiosi, rivitalizzando così i centri storici e dando risposte concrete alle lamentele dei tanti operatori anche del settore commercio.

Leave a Comment