"Stangata gasolio", protestano gli autotrasportatori

TERAMO – Le associazioni che rappresentano il mondo dell’autotrasporto si mobilitano per contrastare gli aumenti applicati sul costo del gasolio. “Si tratta dell’ennesimo colpo sferrato dai petrolieri alle categorie produttive. E’ ormai insostenibile un prezzo, alla pompa, lievitato fino a quota un euro e 25 centesimi al litro – lamenta Giuseppe Catena della federazione degli autotrasportatori della Cna –  una cifra enorme, che rende le tariffe praticate alle clientela, del tutto incapaci di remunerare l’attività”. Per la Cna si tratta di “rincari ingiustificati in un momento in cui la crisi sta mettendo in ginocchi numerose attività produttive”. Contro la  “stangata-gasolio” la categoria degli autotrasportatori aderente alla Cna annuncia battaglia e promette di mobilitare per annullare gli aumenti e riportare il prezzo dei carburanti in Italia alla media praticata negli altri paesi aderenti all’Unione europea.

Leave a Comment