A un anno di distanza dal sisma l’Izs racconta la sua esperienza nel cratere

TERAMO – I numeri dell’emergenza veterinaria e l’esperienza dell’Izs in campo nei giorni successivi al 6 aprile sono i temi al centro di un confronto tra esperti internazionali riuniti in queste ore a Montesilvano in un convegno dal titolo “La Veterinaria nelle emergenze” organizzato organizzato in collaborazione con l’Associazione Italiana medici veterinari. Un anno fa, ricorda una nota, la Protezione Civile affidò all’Istituto Zooprofilattico “G. Caporale” di Teramo il coordinamento dell’unità di crisi preposta a far fronte all’emergenza veterinaria nell’area del cratere. Si mise in moto così una grande macchina organizzativa in cui decine e decine di uomini e donne hanno portato il proprio contributo al fine di garantire la tutela della salute pubblica e della sanità animale e con essa quella del patrimonio del territorio e della vita di una intera comunità. Le attività dell’istituto nell’area del cratere sono state condotte sia nell’ambito dell’igiene degli alimenti, con il censimento di campi tenda, la formazione del personale addetto alla somministrazione dei pasti, le ispezioni nelle cucine degli alberghi della costa e i prelievi dell’acqua per la verifica della potabilità, ma anche nell’ambito sanità e benessere animale. L’Izs si è infatti occupato del censimento degli animali presenti negli allevamenti ma anche degli animali presenti nei campi tenda (2.134 cani e 536 gatti, ha fornito assistenza veterinaria a cani e gatti e ha gestito il rischio di malattie a trasmissione animale nei campi tenda. I risultati sono stati importanti e l’esperienza maturata è ogig materia di studio e di confronto. Nel corso del convegno ( in diretta web sul sito istituzionale www.izs.it) – l’istituto “Caporale” ha voluto portare i numeri della sua presenza nella gestione post-calamità al confronto con metodi, strumenti e procedure di altre emergenze provocate da catastrofi naturali. L’obiettivo è quello di tenere viva la sensibilità collettiva verso le azioni di prevenzione e intervento in campo veterinario.

Leave a Comment