Manifesti abusivi, Teramo Vivi Città accusa la Te.am

TERAMO – Affissioni abusive: il coordinatore dell’associazione Teramo Vivi Città, Marcello Olivieri, torna sul problema accusando questa volta, in una nota, la Teramo Ambiente. Olivieri punta il dito su alcuni volantini dell’azienda municipalizzata sui quali è pubblicizzato l’avvio del servizio ‘porta a porta’ e affissi su pali della luce, muretti"image" o luoghi non disciplinati dai criteri che regolano la pubblica affissione (come evidenziano le foto diffuse). Vivi Città accusa anche l’amministrazione comunale di concorrere all’affissione abusiva poiché sui manifesti compare il logo della “Città di Teramo”. “Perché il Sindaco Brucchi  – si legge nella nota di Olivieri – ha fatto giustamente rimuovere i manifesti abusivi degli ultrà e non ha fatto rimuovere i manifesti abusivi della TeAm? I cittadini hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri e le leggi devono essere uguali per tutti”.

Leave a Comment