Ad Ancona Teknoelettronica beffata nel finale-rissa

TERAMO – Alla Teknoelettronica Teramo sfugge sul filo di lana la possibilità di chiudere in due partite il conto con la salvezza nel campionato di Elite di pallamano maschile: perde gara-2 sul campo di Ancona (30-31) in una partita dal finale incandescente, condotta dai teramani per quasi tutto il match, fino anche al +4 di vantaggio sugli avversari. I biancorossi di Fonti hanno peccato nel non reggere nella bagarre dei cinque minuti finali, quando erano in vantaggio di 3 (28-25), e di cadere nella provocazione avversaria, concretizzatasi in una condotta di gara ai limiti del regolamento, troppo spesso permessa dagli arbitri siciliani Cosenza e Schiavone – al 26′ del primo tempo tanta paura per una gomitata di Prskalo sul volto di Kovacic, per alcuni minuti a terra in evidenti difficoltà respiratorie -, e dallo show del tecnico dorico Guidotti, non nuovo a tali performance, che è riuscito a scatenare le ire di tre giocatori slavi della Teknoelettronica, a stento trattenuti nella bagarre di fine partita. I teramani recriminano ancora sull’azione dell’ultimo giro di lancette: sul 30-30 Ancona vola in contropiede, rigore e terza esclusione per Rispoli, rete di Campana; rimessa veloce di Teramo che a 10 secondi dalla fine subisce il fallo di Polito su Kovacic (squalifica con rosso diretto per l’anconetano) ma non ottiene clamorosamente il rigore: sul tiro franco è difficile anche per Raupenas saltare il muro difensivo di Ancona e la sirena decreta la sconfitta della Tekno. Il resto è affidato alla cronaca che per fortuna non è nera: dopo l’invasione solitaria e pacifica di un tifoso del Teramo, sceso sul campo per sincerarsi che Kovacic a terra stesse bene (riaccompagnato amichevolmente sugli spalti da uno dei due arbitri), nel finale è dovuta intervenire la polizia per sedare l’inizio di rissa lanciata al fischio finale dalle ripetute provocazioni dell’allenatore di casa. Tra una settimana, il 24 aprile, si gioca di nuovo, stavolta al PalaGiorgioBinchi nella ‘bella’: stavolta chi vince è salvo, chi perde va alla finale play-out per non retrocedere in A1. C’è da giurare che il clima sarà torrido. Ecco il tabellino della partita Ancona-Teknoelettronica:
LUCIANA MOSCONI ANCONA–TEKNOELETTRONICA TERAMO 31-30 (pt 15-15)
Luciana Mosconi Ancona: Campana 7, Cardile, Cardinali 2, Castillo, Lazarevic 9, Lorenzetti, Lucarini, Milosevic, Murga 2, Polito 3, Prskalo 8, Sabbatini, Sanchez, Tucci. All.Guidotti.
Teknoelettronica Teramo: Corrado, Cotellessa, Di Marcello A., Di Marcello M., Di Marcello P., Figini, Kovacic 3, Radosavljevic 10, Raupenas 7, Rispoli A. 4, Rispoli V., Surac 3, Vaccaro 3, Zacchini. All. Fonti
Arbitri: Cosenza–Schiavone.

Leave a Comment