La Regione dà il via libera alla legge di riordino dell’Izs

TERAMO – Il Consiglio regionale ha dato il via libera, alla riforma dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale dell’Abruzzo e del Molise "G. Caporale" che prevede tra le altre cose la nomina di un Consiglio d’amministrazione, composto da due componenti del Molise, due dell’Abruzzo ed uno del ministro competente e del direttore generale e del collegio dei revisori dei conti. Sulla legge di riordino, che arriva dopo 17 anni, il consigliere regionale dell’Idv, Cesare D’Alessandro, ha paventanto il rischio che la direzione possa andare al Molise. Nella nota del Consiglio regionale si legge cge “il passaggio dà continuità al Protocollo d’intesa sottoscritto a dicembre 2009 dal ministro della Salute e dai presidenti delle Regioni Abruzzo e Molise, finalizzato alla dichiarazione di eccellenza dell’importante realtà scientifica. Adesso la palla passa alla Regione Molise che dovrà seguire analogo percorso. La legge è stata approvata con il voto favorevole di Pdl e Udc, con l’astensione del Pd e il voto contrario dell’Idv". Sull’approvazione è intervenuto anche il Governatore, Gianni Chiodi: "Si tratta di un momento importantissimo – ha affermato – per due ordini di ragioni: perchè pone fine a una situazione che dopo 17 anni di commissariamento non può che definirsi anomala, ripristinando una normale gestione che consentirà all’Istituto di sviluppare appieno le sue potenzialità, e perchè la dichiarazione di eccellenza, che conseguirà alla normalizzazione gestionale, aprirà straordinarie prospettive finanziarie, scientifiche e occupazionali". Soddisfazione è stata espressa dagli assessori regionali abruzzesi Lanfranco Venturoni, Mauro Di Dalmazio, Paolo Gatti e Giandonato Morra.

Leave a Comment