Teknoelettronica sorride, quinta in Elite

TERAMO – Le ore di vigilia sono state condite dalla polemica, dalla tensione, addirittura dalle forze dell’ordine che hanno scortato la squadra dell’Ancona. La Teknoelettronica di Marcello Fonti ha risposto sul campo con una prova ineccepibile, e sugli spalti i tifosi teramani hanno fornito una dimostrazione di civiltà che nelle Marche non si era trovata: il risultato è stato un 35-24, salutato dal pubblico con due minuti di applausi all’impresa della squadra biancorossa. Che ha vinto 8 delle ultime dieci partite, ha raccolto 34 punti in questa stagione e battendo nella ‘bella’ di semifinale play-out Ancona ha conquistato salvezza e quinto posto in Elite, guadagnando il diritto a giocare per terza stagione consecutiva nella massima serie della pallamano maschile. Sul campo non c’è stata partita. Troppo evidente il divario tra le due formazioni e troppo ‘arrabbiata’ la Teknoelettronica per non vedere un risultato come quello maturato sul campo. Pierluigi Di Marcello tra i pali e Petras Raupenas in attacco sono state le chiavi che hanno scardinato la difesa anconetana e bloccato le velleità ospiti. Sulla scia di questi due giocatori tutta la squadra ha giocto alla grande, addirittura con i primi venti minuti di grande scuola. Al 2′ il punteggio era di 2-2, al 16′ di 11-2. Terrificante l’accelerazione dei padroni di casa, che hanno subito messo la partita sul binariio che volevano: difesa granitica e pochi errori in attacco. Ancona soffre, subisce, non riesce a reagire e Teramo allunga, al 26′ è 16-8 al 30′ 18-10. La ripresa non giova agli ospiti, piegati e umiliati dai colpi teramani: al 34′ Kovacic (8 reti per lui) sigla il 21-10 e al 36′ il 23-12, al 39′ Radosavljevic (5 reti e una grande regia sui ritmi di gioco) mette dentro il 26-13. Il divario rimane tale, Ancona senza Lazarevic (fuori per infortunio) è poca cosa con il solo Prskalo, e Teramo spinta da un pubblico esaltante, regge il +13 (30-17) fino a due minuti dalla fine (33-23) fino al 35-24 finale. Alla sirena si fa festa, sul fronte teramano dove si brinda al netto miglioramento del piazzamento (settimi) dello scorso anno; Ancona rientra mesta negli spogliatoi per prepararsi alla finale play out contro SIracusa. Ecco il tabellino dell’incontro:
TEKNOELETTRONICA TERAMO–LUCIANA MOSCONI ANCONA 35–24 (pt 18-10)
Teknoelettronica Teramo: Corrado 1, Cotellessa 1, Di Marcello A. , Di Marcello P. , Di Marcello M., Figini, Kovacic 8, Radosavljevic 5, Raupenas 8, Rispoli A. 4, Rispoli V. 1, Surac 4, Vaccaro 2, Zacchini 1. All. Fonti.
Luciana Mosconi Ancona: Campana 6, Cardile, Cardinali 3, Castillo, Lazarevic 2, Lorenzetti , Lucarini, Mecenero 1, Milosevic, Murga 1, Prskalo 11, Sabbatini, Sanchez, Tucci. All.Guidotti. Arbitri: Boscia – Pietraforte.

Leave a Comment