Il Comune saluta l’avvio del "bike sharing" con una biciclettata in centro storico

TERAMO – Il Comune di Teramo nell’ambito delle operazioni di promozione della mobilità sostenibile, parte il 3 maggio con il bike sharing, il servizio che consente ai cittadini di muoversi con le bici messe a disposizione dal Comune e collocate in stalli pubblici posizionati in 7 punti nevralgici del territorio comunale: piazza Dante, piazza Orsini, la stazione, Porta Madonna, piazza S.Francesco, piazza Garibaldi e i Tigli. Le bici messe a disposizione sono 24 e potranno essere utilizzate nella fascia oraria che va dalle 7 alle 23 tramite l’uso di una chiavetta personale che sarà rilasciata, al costo di 10 euro (a titolo di cauziona), dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico. I cittadini che si avvalgono del servizio, come spiegato dal sindaco Maurizio Brucchi nel corso di una conferenza stampa, dovranno poi avere premura di riposizionare la bici nella stessa rastelliera nella quale è stata prelevata e dovrà essere custodita con un cavo antifurto  rilasciato in dotazione. Per dare il benvenuto all’iniziativa "C’entro in bici" il Comune ha aderito ad una manifestazione nazionale promossa dal ministero dell’Ambiente,  che organizzza per domenica 9 maggio nelle principali città italiane una lunga passeggiata in centro storico. Il programma di "Biciamoci in Città" prevede alle 9 il raduno in piazza Martiri di tutti i partecipanti (sono stati coinvolti anche tutti i bambini delle scuole), e alle 10 parte la bibiclettata che prevede 5 soste nei luoghi artisticamente più suggestivi del centro storico dove saranno fornite ai bambini le nozioni storico culturali per conoscere meglio il patrimonio archeologico della Città di Teramo. In occasione della passegiata su 2 ruote il centro storico sarà chiuso al traffico. L’ordinanza firmata dal sindaco prevede infatti il divieto di accesso (tranne per i residenti e gli esercenti) dalle 8 alle 18 dell’area perimetrata in senso orario da circonvallazione Ragusa, Porta Reale, circonvallazione Spalato (con esclusione di piazza del Carmine), fino a viale Mazzini (esclusa piazza Dante) e piazza Garibaldi. Dalle 8 alle 14, sempre domenica 9 maggio, l’ordinanza vieta la sosta, pena la rimozione dei veicoli, nelle seguenti vie: Corso San Giorgio, via Albi, piazza Cellini, via Campana,via Milli, via Carducci,vico del Nardo, corso Porta Romana, via Veneto, via San Berardo, via Irelli, via Paris, corso De Michetti, largo Melatini, via Saliceti, via Torre Bruciata, via Antica Cattedrale, corso Cerulli, piazza Orsini, via del Vescovado, piazza Martiri della Libertà.

Leave a Comment