Arrestato Angelini, grande accusatore di Del Turco

CHIETI – Vincenzo Angelini, patron di Villa Pini e grande accusatore di Ottaviano Del Turco nella sanitopoli abruzzese, è stato arrestato oggi dalla Guardia di Finanza di Chieti per bancarotta. L’arresto ai domiciliari nella sua villa di Francavilla  è stata disposta dalla procura di Chieti in merito alla vicenda del gruppo Villa Pini, il cui 1500 lavoratori non percepiscono lo stipendio da oltre un anno. Il provvedimento firmato dal Gip Marina Valente su richiesta del pool di Pm della Procura guidata da Pietro Mennini ipotizza il reato di bancarotta fraudolenta aggravata dal falso in bilancio. Ad Angelini il provvedimento è stato notificato all’ora di pranzo nella sua villa di Francavilla. Lo scorso 17 febbraio il Tribunale di Chieti aveva dichiarato fallito il gruppo Villa Pini che fa capo a Vincenzo Angelini, grande accusatore dell’ex governatore dell’Abruzzo Ottaviano Del Turco. Le indagini dirette dal pool di magistrati composto dal procuratore capo della repubblica di Chieti, Pietro Mennini, unitamente ai sostituti Giuseppe Falasca e Andrea Dell’Orso hanno portato ad accertare una distrazione reiterata nel tempo delle risorse finanziarie della società Villa Pini per oltre 100 milioni di euro con prelievi ingiustificati dai conti correnti aziendali e attraverso artifizi e aggiustamenti contabili così come rilevato dalle approfondite consulenze tecniche disposte dall’autorità giudiziaria nonchè dai riscontri investigativi della polizia tributaria di Chieti che hanno altresì evidenziato atti di vera e propria dissipazione.

Leave a Comment