Il cestista Sakota adesso è in coma farmacologico

TERAMO – Dusan Sakota, giocatore della Scavolini Spar Pesaro è ricoverato in coma farmacologico  all’ospedale San Salvatore di Pesaro, dopo aver subito questo pomeriggio
una seconda lunga operazione all’intestino, dopo quella cui era stato sottoposto domenica notte a causa di un infortunio di gioco fortuito nella gara Tercas Teramo-Scavolini. Il giocatore è in prognosi riservata e sotto stretta osservazione da parte del personale sanitario viste le sue gravi condizioni, come hanno dichiarato in una conferenza stampa in ospedale a Pesaro il direttore sanitario Gabriele Rinaldi e il medico sociale Piero Benelli. I sanitari hanno riferito che il giocatore serbo, ma di passaporto greco, avuto intorno alle 13 di oggi un’emorragia interna all’intestino proprio nella parte in cui era stato operato, per cui si è reso necessario un secondo intervento chirurgico che è durato dalle 13.30 alle 18 di questo pomeriggio. Un nuovo bollettino medico sarà diramato domani alle 12. Sakota aveva riferito prima di entrare in sala operatoria che si era trattato di un incidente di gioco fortuito, come tanti altri ne accadono durante le fasi di gioco. "Poeta, o altri giocatori di Teramo – dichiarava ieri la società marchigiana –  sono assolutamente privi di colpa relativamente all’ azione che ha determinato l’infortunio".

 

Leave a Comment