Monticelli scrive a Chiodi contro la petrolizzazione d’Abruzzo

TERAMO – Il sindaco di Pineto, Luciano Monticelli scrive al governatore Gianni Chiodi contro la petrolizzazione d’Abruzzo. “Invito il presidente della Regione a prendere in seria considerazione l’ipotesi che la sistemazione di pozzi petroliferi al largo delle nostre coste rappresenti un vero e proprio pericolo. L’Adriatico non è l’oceano”.
Il sindaco nell’appello lanciato al presidente Chiodi chiede il varo di una legge che non sia impugnabile dal Governo centrale e che tuteli l’Abruzzo dagli interessi dei colossi energetici “che hanno intenzione di impiantare pozzi petroliferi e piattaforme su oltre il 50 per cento del territorio regionale”. Per Monticelli, dal momento che c’è una identità politica comune, il presidente Chiodi dovrebbe esercitare pressione sul Governo per evitare la PetrolCeltic installi un pozzo, a ridosso dell’Area Marina Protetta del Cerrano istituita il 7 aprile scorso”.
“In questi giorni abbiamo presentato ufficialmente la nascita dell’Area Marina Protetta del Cerrano con i nidi dei fratini che hanno iniziato a ripopolare la zona a ridosso del parco marino – si legge nella nota di Monticelli -. Non vogliamo che tutto questo venga cancellato per colpa delle lobby del petrolio”.

Leave a Comment