Bancatercas torna coi cerotti da Cremona

CREMONA – Quella che poteva essere uno spettro da evitare si è materializzata: la sconfitta della Bancatercas a Cremona contro la Vanoli (91-80). I due punti per i lombardi significano poter agganciare a quota 18 un treno a quattro (con Ferrara vittoriosa a Treviso, Varese e Biella) che ‘preme’ a sole due lunghezze proprio dalla Bancatercas. Una partita che in realtà non è mai sembrata in discussione, con gli uomini di Caja determinati a portare a casa un successo vitale per evitare la retrocessione. In un PalaRadi gremito Cremona ha sempre tenuto in mano le redini della partita in tutti e quattro i quarti. Sicuramente decisivo l’impatto di Marko Milic autore di 26 punti e vero e proprio uomo faro per la Vanoli, dall’altra parte Teramo si è attaccata ad Amoroso e Jurak (40 punti in due), senza però riuscire a dare fastidio alla Vanoli. Per la Bancatercas c’è una sola piccola soddisfazione in questa giornata grigia: l’errore di Rowland sull’ultimo tiro libero della gara, che ha lasciato il vantaggio di Cremona a 11 punti, così come nella gara di andata a Teramo. Un libero che potrebbe avere il suo peso in caso di arrivo a pari punti. Ecco lo scout della partita:
Vanoli Cremona-BancaTercas Teramo 91-80 (22-16, 51-38, 75-61).
Vanoli: Rowland 15, Brown 8, Conti, Formenti 13, Bell 11, Milic 26, Cusin 7, Bencaster, Anderson 7, Aguiar 4, Piazza, Sklavos. All.: Caja.
BancaTercas Teramo: Hoover 6, Valentino, Jones 2, Poeta 11, Amoroso 21, Marino, Lulli, Cerella, Diener 16, Polonara, Stanescu 6, Jurak19. All. Capobianco.
Arbitri: Sahin, Taurino e Martolini..
Note: tiri liberi: Vanoli 19/23, BancaTercas 21/25. tiri da due: Vanoli 27/40, BancaTercas 19/34. tiri da tre: Vanoli 6/21, BancaTercas 7/17. Rimbalzi: Vanoli 29, BancaTercas 22. Spettatori: 3.200.

Leave a Comment