Il Consiglio comunale approva il rendiconto finanziario 2009

TERAMO – E’ stato approvato nel corso del Consiglio comunale in corso al Parco della Scienza (con 22 voti favorevoli e 13 contrari) il rendiconto finanziario dell’anno 2009 che vede un avanzo di amministrazione di 530mila euro. Una somma esigua, per l’assessore al Bilancio e vicesindaco, Alfonso Di Sabatino Martina, ma che tuttavia si inserisce in un trend di costante diminuzione dell’entità dell’avanzo. L’esercizio precedente, infatti, vedeva nelle casse comunali una avanzo di 1milione e 200mila euro. Una contrazione significativa della somma dunque che verrà impiegata sicuramente per la copertura parziale dei debiti fuori bilancio dell’amministrazione che ammontano a 1 milione e 200 mila euro. La notizia positiva è che è stato rispettato il patto di stabilità nel 2009 anche se l’assessore Di Sabatino auspica per il futuro un’applicazione meno restrittiva della norma. Dal rendiconto del 2009 emerge inoltre che il Comune supera di due parametri (su un range di 10)gli elementi deficitari che il ministero ha stabilito per le amministrazioni locali. Sostanzialmente il Comune nel 2009 risulta "deficitario" per le spese sul personale e sui mutui contratti anche se, rassicura Di Sabatino, saranno somme che rientreranno nel bilancio 2010 grazie all’ingresso della Tia tra le voci a disposizione nel bilancio comunale. E’ stato rimandato invece al prossimo Question time,per l’esigenza di pareri tecnici, l’ordine del giorno del consigliere dell’Idv, Siriano Cordoni sul piano finanziario del project financing del teatro e del vecchio stadio. Nel corso del Consiglio è emerso però che è slittata la scadenza al 16 giugno per la partecipazione al bando del nuovo teatro, fissata inizialmente al 5 maggio e rimandata per la rettifica di alcuni massimali legati alle garanzie fidejussorie. Plauso dell’opposizione invece per quanto riguarda l’adesione alla struuttura di supporto della Provincia per l’adozione del Piani di energia sostenibile previsti dopo l’adesione del sindaco Brucchi al Patto dei sindaci firmato a Bruxelles e il bike sharing. Un’inziativa condivisibille per i consiglieri di minoranza, purchè non sia un’azione estemporanea. Il Consigliere del Pd, Manola Di Pasquale, ha sollecitato un’azione più incisiva del Comune nella rimozione dell’eternit vicino edifici sensibili come le scuole. La Di Pasquale, consapevole che è una criticità di pertinenza della Asl, ha però suggerito il supporto e l’affiancamento dei vigili ecologici nell’individuazione delle eree da bonificare. Il provvedimento è stato approvato con la sospensione dei lavori che riprenderanno alle 16.

Leave a Comment