Sindrome dei Balcani: allo Smeraldo in proiezione "Le ultime 56 ore" di Tognazzi

TERAMO – Da ieri è in proiezione al multisala Smeraldo il film “Le ultime 56 ore” del regista Claudio Fragasso. Pellicola che vede come attori protagonisti Gianmarco Tognazzi, Luca Lionello e l’attrice slovacca Barbora Bobulova, e che tratta un argomento delicatissimo e aggiungerei “scomodo” alla classe politica italiana. L’argomento in questione è la cosiddetta “sindrome dei Balcani”, ovvero quello lunga serie di malattie (per lo più linfomi di Hodgkin e altre forme di cancro, imputabili all’uso dell’uranio impoverito) che hanno colpito i soldati dell’esercito italiano al ritorno dalle missioni di pace internazionali (in questo caso, dalla guerra del Kosovo). Nonostante la tematica trattata il Ministero della Difesa stranamente ha sostenuto il film senza crear polemiche (e notando che la casa di distribuzione è la Medusa, società del gruppo Mediaset, i sospetti aumentano). Passando alle altre pellicole in proiezione allo Smeraldo c’è da risaltare un vero e proprio dominio del cinema targato Disney che mette sullo schermo due lavori. Il primo è “Oceans 3D”, documentario naturalistico che porta lo spettatore in un viaggio nelle profondità del mare, tra i flutti tumultuosi delle tempeste, nel vasto territorio di coloro che popolano gli oceani. Seguendo il viaggio di una tartaruga marina si partirà alla scoperta dei tanti misteri degli oceani del nostro pianeta. Le voci narranti sono del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo. Il secondo film disneyano è “The Last Song”, classica storia da intrattenimento strappalacrime per un pubblico giovane (e aggiungerei anche un po’ ingenuo) con protagonista Miley Cyrus (ragazza idolo del pubblico adolescente americano, nota per la serie televisiva sempre targata Disney, Hannah Montana). Passiamo adesso all’ultima produzione degli studi Marvel (celebri per aver creato i più famosi supereroi della pop culture occidentale) dal titolo “Iron Man 2”, ovviamente sequel di Iron Man. Ora che il mondo sa che Iron Man altri non è che l’industriale miliardario Tony Stark questi cerca di perfezionare il costume di Iron Man, rilanciando la stravagante Fiera Mondiale Stark Expo, organizzata da suo padre, che presenta una serie di innovazioni tecnologiche rivolte al bene dell’umanità. Mentre il governo statunitense insiste affinché Tony consegni la rivoluzionaria arma ai militari, Ivan Vanko un oscuro personaggio legato al passato della famiglia Stark, si fa avanti per distruggere Tony con una nuova arma devastante, ispirata alla tecnologia Stark. Tony dovrà fare appello a tutti i suoi alleati, vecchi e nuovi, per poter affrontare le forze che minacciano di distruggere l’umanità intera. Cast di primissimo livello: Robert Downey Jr, Gwyneth Paltrow, Mickey Rourke, Scarlett Johansson e Samuel L. Jackson. Concludo infine, come sempre, con il film in proiezione al cineteatro Comunale: “Cosa voglio di più”. E’ l’ultima fatica del regista Silvio Soldini ed ha per epicentro una storia d’amore drammatica e passionale tra i due protagonisti, Domenico (Pierfrancesco Favino) ed Anna (Alba Rohrwacher). Anna ha un impiego modesto ma sicuro, è vitale, affettuosa con la famiglia, gli amici e con il suo compagno Alessio (Giuseppe Battiston), col quale ha deciso di avere un bambino. Quello che le manca forse è proprio il coraggio di prendersi una responsabilità definitiva verso il suo futuro. Futuro che ha i contorni di un ufficio, di una città che si allarga sempre di più, i toni tenui di un treno che dalla periferia la porta in centro, quelli più accesi di una relazione che le sembra serena. Quando Domenico irrompe nella sua vita però tutti quei contorni svaniscono e per la prima volta metterà a fuoco l’amore, quello fatto di desiderio e passione. E mentre ricordiamo che lunedì è in scena al Comunale Giobbe Covatta con lo spettacolo "Trenta", ironica riflessione sui contenuti della Dichiarazine dei Diritti Universali dell’Uomo, auguriamo a tutti buona visione.

 Lorenzo Mazzaufo

Leave a Comment