Cominciato e rinviato il processo a Del Turco

PESCARA – Aperta e rinviata (al 7 giugno) l’udienza preliminare dinazi al gup Zaccagnini per Sanitopoli. Nel corso dell’udienza odierna sono state presentate richieste di costituzioni di parte civile da parte di: Regione Abruzzo, dalle quattro Asl, dalla Deutsche Bank, dalla Aiop, dalle cliniche Villa Serena, Villa Letizia dell’Aquila, Pierangeli e Spatocco, dall’imprenditore Luigi
Pierangeli, da Vincenzo Maria Angelini, e da Maria Maurizio ex moglie del deputato del Pdl Sabatino Aracu, imputato nel procedimento. Il legale di Angelini ha presentato la richiesta di
costituzione di parte civile nei confronti di tutti gli imputati eccetto che per l’ex amministratore della Humangest Gianluca Zelli. Una notifica mancante riguardante la Barclajs Bank è stata stralciata. Un gruppo di difensori ha inoltre chiesto di poter ascoltare le circa trecentomila intercettazioni presenti nelle indagini. Il Gup ha sospeso l’udienza riservandosi la decisione. Nell’udienza compaiono 32 imputati e 2 società, politici eccellenti, da Del Turco al forzista Sabatino Aracu. C’è la novità delle ultime ore che anche la Regione Abruzzo guidata da Gianni Chiodi (Pdl) si è costituita parte civile assieme allo stesso grande accusatore, Vincenzo Angelini. Le richieste di rinvio a giudizio firmate dal capo della procura Nicola Trifuoggi e i suoi sostituti Giuseppe Bellelli e Giampiero Di Florio, vogliono far chiarezza su una lunga serie di reati ipotizzati che girano intorno ad un tangentopoli da oltre 15 milioni di euro rivelata da Vincenzo Angelini, ex patron del gruppo sanitario Villa Pini, successivamente fallito. Angelini, dopo la bancarotta, è finito agli arresti domiciliari predisposti dal tribunale di Chieti. La difesa affila le armi e da più parti si ipotizzano una sfilza di eccezioni, difetti di notifiche, incompatibilità territoriali e la trascrizione delle oltre 300 mila telefonate intercettate. Lo scopo principale sarebbe la dilatazione dei tempi processuali. Ottaviano Del Turco è arrivato al tribunale di Pescara questa mattina e ha subito chiarito di essere sereno e che in questi due anni, da quel 14 luglio 2008, quando fu arrestato insieme ad altre 10 persone, anche in Abruzzo molte cose sono cambiate, specie nel Partito democratico. "Il Pd in Abruzzo non ha più vinto da nessuna parte, ha perso anche a Guardiagrele… – ha detto Del Turco assediato da decine di fotoreporter e telecamere -. Io so solo che questa operazione contro di me è stata diretta anche da una parte importante del Pd, che piano piano però sta scomparendo. Il Pd rifletta". "Proprio al Pd vorrei dire – ha continuato Del Turco – che da oltre un anno ci sono 1.500 dipendenti del gruppo Villa Pini che non percepiscono lo stipendio, mentre Angelini nel frattempo portava via una barca di soldi…". C’era Del Turco ma non c’era il suo grande accusatore, l’ex patron del gruppo sanitario Villa Pini, Vincenzo Angelini, finito ai domiciliari per bancarotta.

Leave a Comment