Chiodi: «Deficit superato, niente tasse in più»

PESCARA – L’ipotesi di un aumento delle tasse legato al deficit sanitario non tocca l’Abruzzo che ha già superato il tavolo di monitoraggio del 17 aprile. Lo ha specificato il Governatore Gianni Chiodi, spiegando a margine della Conferenza delle Regioni che nella convocazione di Abruzzo e Sicilia in Consiglio dei Ministri oggi c’è stato un errore. "Noi – ha detto Chiodi – abbiamo già recuperato tutto il passivo". Chiodi ha anche specificato che la convocazione da parte del Consiglio dei Ministri ha riguardato il Lazio, la Campania, il Molise e la Calabria. "Nei mesi scorsi – ha aggiunto Chiodi – alcune Regioni avevano chiesto di recuperare parte del deficit utilizzando i fondi Fas. Noi come Abruzzo abbiamo deciso di non farlo. Ora il governo ha chiesto esplicitamente che per coprire il rosso le Regioni non utilizzino i Fas ma aumentino le addizionali regionali. Io ritengo che per questa via si aiutino i commissari e i presidenti di Regione". Chiodi ha ammesso che l’incontro odierno tra Governo e Regioni interessate "deve essere stato molto duro". E ha anche ricordato che nei mesi scorsi era stato lo stesso Governo a dare alle Regioni la possibilità di usare i Fas. Il presidente della Regione, Gianni Chiodi, ha elogiato il lavoro svolto fin qui dal sub commissario Giovanna Baraldi e dall’assessore regionale alla sanità, Lanfranco Venturoni, nell’azione di risanamento finanziario che ha scongiurato la possibilità di un aumento delle tasse per i cittadini abruzzesi. Chiodi ha avuto parole di apprezzamento anche per il lavoro svolto dal personale regionale e sanitario che "ha dato prova, in questi mesi, di grande abnegazione permettendo all’Abruzzo di voltare pagina e di proseguire in questo percorso virtuoso intrapreso".

Leave a Comment