Ospedale S.Omero: l’Unione dei Comuni chiede un confronto al sub commissario Baraldi

TERAMO – Si è tenuta questa mattina la riunione d’insediamento della Commissione Sanità dell’Unione di Comuni che ha preso in esame la situazione dell’ospedale di Sant’Omero e della imminente stagione estiva. L’assemblea ha stabilito di effettuare una visita sul posto, lunedì 24 maggio, che servirà per valutare la collocazione del centro donatori del sangue nei locali dell’ex reparto dell’unità coronarica. A questo proposito è stato deciso, unanimemente, di procedere con la richiesta alla Asl di Teramo della sospensione del trasferimento fino al 24 maggio, e di chiedere un incontro chiarificatore con la responsabile, la dottoressa Gabriella Lucidi Pressanti in modo da individuare una soluzione alternativa a quella annunciata. Per quanto riguarda l’assetto del presidio ospedalieri vibratiano la commissione è orientata a prendere in considerazione le diverse possibilità di gestione senza escluderne quella dell’azionariato popolare proposta dal consigliere regionale del Pdl, Emiliano Di Matteo, con la premessa che l’ospedale resti per acuti e che quanto deciso dalla commissione sia tenuto in considerazione nel Piano di ristrutturazione della rete ospedaliera regionale. La commisione, che ha visto la partecipazione dei consiglieri regionali Emiliano Di Matteo e Peppino Di Luca, del vice presidente della Provincia di Teramo con delega alla Sanità Renato Rasicci, dei delegati sindaci dell’Unione di Comuni, Alberto Pompizi e Mauro Giovanni Scarpantonio, dei sanitari dell’ospedale di Sant’Omero, Gabriele Dragoni e Giandomenico Pinto, del rappresentante per il personale parasanitario Leo Capoferri, e del rappresentante per il personale sanitario Antonino Marozzi, ha infine chiesto un intervento del sub commissario alla sanità Giovanna Baraldi per mostrarle la struttura vibratiana e per potersi confrontare sulle varie possibilità di rilancio.

Leave a Comment