L’Università di Teramo ottiene un riconoscimento per una ricerca biomedica

TERAMO – Una ricerca biomedica dell’Università di Teramo ha ottenuto un riconoscimento dalla prestigiosa Società della Riproduzione e Fertilità. Sei ricercatori dell’ateneo (età media 27 anni), informa una nota, sono stati invitati a presentare le loro ricerche tese a verificare la natura delle alterazioni placentari che si presentano a volte durante la gestazione della donna ad un convegno internazionale che si terrà presso l’università inglese di Nottingham, il 12 luglio prossimo.
Gli studi fanno parte di un progetto di ricerca di frontiera “Idee” – finanziato dal Consiglio Europeo della Ricerca e coordinato da Grazyna Ptak, ricercatrice del dipartimento di scienze Biomediche Comparate dell’ateneo teramano.“Il lavoro – ha dichiarato Grazyna Ptak – è stato svolto in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale per L’Abruzzo e il Molise. La responsabile del laboratorio di biologia molecolare dell’Istituto, Federica Monaco, ha contribuito nelle analisi placentari”.

Leave a Comment