Tossicodipendenze e reinserimento sociale

TERAMO – La ASL e il Comune di Controguerra insieme, per primi in Abruzzo,  per il reinserimento sociale e lavorativo di persone con dipendenze da droghe e alcool. Il Direttore Generale della ASL di Teramo, Mario Molinari e il Sindaco di Controguerra, Mauro Giovanni Scarpantonio, hanno firmato oggi, informa una nota dell’ufficio stampa della Asl, una Convenzione che crea “un’importante sinergia tra Asl e Comune per affrontare, insieme, uno dei problemi socio-sanitari più rilevanti del nostro tempo: la dipendenza da alcool e droghe”. Unico, come detto, in tutta la regione, questo accordo prevede che la ASL, in particolare attraverso il Ser.T. di Nereto, collabori con il Comune di Controguerra al fine di mettere a punto un programma terapeutico-riabilitativo che permetta il reinserimento sociale e lavorativo di persone con problemi di tossicodipendenza. Il tutto, spiega la nota, nell’ottica dell’ inclusione sociale che tenga conto della globalità della persona, coinvolgendo così, oltre alle Istituzioni, anche le loro famiglie. “Le persone inserite nel progetto parteciperanno ad un percorso formativo e di tirocinio lavorativo presso le sedi del Comune di Controguerra, secondo un piano terapeutico-riabilitativo messo a punto congiuntamente dal Ser.T. e dal Comune. Un percorso che stabilisce – illustra il comunicato – precise azioni di sostegno alla persona, rispettandone i diritti fondamentali ed evitando accuratamente ogni forma di costrizione, in modo da garantire la volontarietà di adesione al progetto”. Mario Molinari e Mauro Scarpantonio dichiarano la soddisfazione di essere riusciti, insieme, a mettere a punto un programma che si pone degli obiettivi importanti come la prevenzione dell’emarginazione e del disadattamento sociale, “purtroppo così comuni in epoca contemporanea”.

Leave a Comment