Si pagava la vacanza vendendo marijuana

TERAMO – Gli agenti della squadra mobile della questura di Teramo hanno arrestato, in flagranza di reato per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un operaio incensurato di Lecce.  Vincenzo Cacciatore, 25 anni, dopo un breve periodo di lavoro come manovale aveva pensato bene di vendere marijuana per pagarsi la permanenza nel Teramanoi. Aveva scelto come luogo di scambio dello stupefacente la zoina della pinetina di Alba Adriatica, sul lungomare. Qui gli agenti, insospettiti dal via vai di acquirenti sono intervenutio bloccando il giovane. In casa, nelle vicinanze, aveva circa 3 etti di stupefacente, dei quali una cinquantina già pronti in dosi per spacciare. E’ stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Castrogno a disposizione del magistrato.

Leave a Comment