Tempi duri per i furbetti: il Comune lancia l’operazione legalità

TERAMO – Il Comune di Teramo lancia “l’operazione legalità”. Dopo i successi ottenuti con la scoperta di centinaia di permessi di parcheggio falsi, o scaduti, che sarebbero dovuti essere riservati agli invalidi e che invece erano utilizzati da parenti e congiunti, i controlli continuano, a 360 gradi. L’operazione sta interessando anche le case popolari, dove sono stati stanati casi di persone che hanno perso da tempo i requisiti necessari o che addirittura risultavano intestatarie di un’altra abitazione. In questo periodo, poi, il vicesindaco e assessore alle Finanze Alfonso Di Sabatino Martina, è impegnato nella questione passi carrabili. Un problema non di poco conto, dato che, fino ad ora, sono emersi ben duemila casi di irregolarità, ossia di cartelli affissi ma senza autorizzazione. “Abbiamo dato tempo ai titolari fino alla fine di settembre per mettersi in regola – ha spiegato l’assessore – chi non vuole più beneficiare di questa opportunità potrà fare istanza di cancellazione”. Ben presto i controlli dei vigili e degli uffici comunali si concentreranno su un altro settore caldo: quello delle pubbliche affissioni. I titolari di bar e ristoranti dovranno fare attenzione anche a sedie e tavolini posti sul suolo pubblico: sono in arrivo anche in questo settore controlli e sanzioni per chi non ha pagato la tassa di occupazione.

Leave a Comment