Silvi: "Servono più servizi per i disabili sul litorale"

TERAMO – Vanno potenziati i servizi per i diversamente abili sul litorale di Silvi. Lo rivela un’indagine di Arco Consumatori Abruzzo condotta nei primi dieci giorni di agosto su 72 concessioni a mare. I risultati vedono i 76% di stabilimenti completamente accessibili con assenza di gradini, stessa percentuale per quelli con accessi alla spiaggia senza barriere. Basso, invece, il dato sugli chalet che hanno il corridoio sulla sabbia fin nei pressi della battigia e senza ostacoli fino al mare,solo il 14%; mentre il 55% ha allestito corridoi non inferiori a circa 90 cm, secondo la normativa vigente. Mentre gli stabilimenti che consentono l’accesso a tutti i servizi presenti nell’area ricettiva risultano il 25%. Alla luce di quanto emerso Arco Consumatori ha chiesto all’amministrazione l’accesso da parte dei diversamente abili in almeno una delle spiagge libere di Silvi attuando il progetto “Mare senza barriere” e di sensibilizzare gli stabilimenti balneari per garantire l’accessibilità al mare prolungando i corridoi fino alla battigia, evitando il posizionamento di ombrelloni al termine dei corridoi, allargandoli almeno a 125 cm, garantendo in caso di richiesta l’estensione laterale del corridoio fino alla postazione del diversamente abile e dotando lo stabilimento di un’apposita sedia per l’accesso in acqua.

Leave a Comment