Sanità: "Calo dei trapianti d’organo in Abruzzo"

TERAMO – Meno interventi di trapianto, lunghe liste d’attesa e una forte diminuzione delle segnalazioni su possibili donatori. Il consigliere regionale dell’Idv, Paolo Palomba, lancia l’allarme su quello che definisce un “preoccupante calo” dei trapianti d’organo in Abruzzo (in particolare reni, cuore, fegato e pancreas) rispetto una prima fase dove c’era una sensibilità più forte e donazioni più generose. ”Gli ultimi dati positivi – dichiara Palomba – risalgono al 2005, quando si registro’ (dati aggregati Abruzzo e Molise) un incremento delle donazioni di circa il 23%, rispetto all’anno precedente, superiore anche alla media nazionale”.
”Dall’anno 2006 al primo semestre dell’anno 2010, invece – aggiunge il consigliere dell’Idv – le segnalazioni su possibili donatori sono sensibilmente diminuite. Questo fa desumere che numerosi decessi di potenziali donatori avvengono nei reparti di degenza dove non e’ possibile effettuare il previsto monitoraggio”. A questo proposito, l’IdV ha presentato un’interrogazione all’assessore alla Sanita’, Lanfranco Venturoni, per sollecitare iniziative necessarie al potenziamento del servizio di segnalazione dei possibili donatori alle autorita’ ospedaliere competenti’. ”Non ci sarebbero giustificazioni di sorta in caso di ritardi ed omissioni – conclude Palomba – poiche’ si rendono necessarie soltanto misure di coordinamento, che non comportano carichi economici su una Sanita’ regionale in profonda crisi”

Leave a Comment