Inquinamento Vibrata: il sindaco estende il divieto di balneazione a 300 metri

TERAMO – Il sindaco di Alba Adriatica, Frianchino Giovannelli, ha emanato una nuova ordinanza che estende il divieto di balneazione da 150 a 300 metri. “ Il provvedimento è di natura esclusivamente precauzionale- dice il primo cittadino – anche alla luce di quelli che sono i riscontri delle analisi sulle acque di balneazione. In attesa che la situazione venga chiarita ulteriormente e i parametri tornino nei limiti di legge, è stato deciso di prolungare lo spazio nel quale esiste il divieto di balneazione. Ovviamente si tratta di un provvedimento temporaneo”. Nonostante la vicenda del Vibrata inquinato, negli ultimi giorni, abbia prodotto danni d’immagine soprattutto alla spiaggia di Alba Adriatica, il sindaco tiene a ribadire che una serie di allarmismi che hanno associato l’inquinamento del torrente con i casi di enterite, debbano essere valutati con attenzione. “ Non si tratta di voler sminuire l’accaduto, sia chiaro – aggiunge Giovannelli – ma è necessario fare delle distinzioni tra la gastroenterite da Rotavirus, che poi è fenomeno ricorrente durante la stagione estiva che nei tanti casi segnalati negli ultimi giorni in città, e i batteri di origine fecale presenti nel Vibrata come l’Escherichia Coli che presenta altra genesi. Così come è necessario precisare che nella restante parte del litorale di Alba Adriatica, come evidenziato dalle verifiche effettuate dall’Arta, non esistono problemi di sorta per quanto concerne la balneazione”.

Leave a Comment