Si riaccendono i semafori su via Po

TERAMO –  Si riaccendono i semafori su via Po’ anche se nei primi 8 mesi di quest’anno, gli incidenti lungo via Po, via Flaiani e via Fonte Regina, sarebbero diminuiti del 50% rispetto lo stesso periodo dello scorso anno. Una decisione che il sindaco avrebbe preso per rispondere all’onda emotiva diffusa tra i cittadini dopo il secondo incidente mortale avvenuto nel giro di pochi mesi. I semafori verranno riattivati nei primi mesi di settembre. Il provvedimento è stato adottato nel corso di una riunione che si è svolta questa mattina alla presenza del sindaco Maurizio Brucchi, dell’assessore al Traffico, Giorgio Di Giovangiacomo, del comandante della Polizia Municipale Franco Zaina e dell’ingegner Pierluigi Manetta.
“Benché tutte le rilevazioni effettuate abbiano confermato che lo spegnimento dei semafori abbia inciso su una diminuzione dei sinistri – si legge in una nota diffusa dal Comune – il sindaco ha voluto tranquillizzare i cittadini evidentemente scossi dalla recente tragedia”.
Secondo i dati in possesso degli uffici comunali e dalla Polizia Municipale su un totale di 17 sinistri registrati nella zona nel periodo “a semafori funzionanti”, si è passati a 8 incidenti  nel 2010 “a semafori lampeggianti”. L’amministrazione comunale, che si dichiara infine partecipe e vicina ai familiari della donna che ha perso la vita la settimana scorsa, ricorda che è in fase conclusiva l’iter dello studio che prevede la possibilità di realizzare due nuove rotonde: la prima all’incrocio via Po con via Flaiani e la seconda all’incrocio di via Po con via San Marino all’altezza del bar Promenande, e la conseguente rimozione dei relativi impianti semaforici. ”Per quel che riguarda la regolazione del traffico in via Po – dichara l’assessore Di Giovangiacomo – siamo di fronte all’ennesima proverbiale “coperta corta”: riaccendere i semafori significa rallentare il flusso di traffico in entrata ed in uscita da Teramo ma la tranquillità dei cittadini non po’ essere trascurata. Per questo l’amministrazione è disponibile ad accogliere le richieste di quei residenti che, dopo l’ultimo incidente mortale ed in vista della riapertura dell’anno scolastico, hanno chiesto di riaccendere i semafori”. “Nell’accogliere e condividere l’onda emotiva che, in questi ultimi giorni, ha portato un gran numero di cittadini a chiedere al loro sindaco un intervento simbolico – ha dichiarato Brucchi – ho deciso di riattivare i semafori su via Po. Devo però stigmatizzare con decisione l’atteggiamento adottato da alcuni consiglieri di minoranza che anche in questo frangente non hanno voluto perdere l’occasione per strumentalizzare la situazione, cavalcando la cronaca e sperando di lucrare una visibilità politica esarcebando l’animo dei cittadini”.

Leave a Comment