A settembre potrebbe riaprire al culto il duomo dell’Aquila

TERAMO – Parte del Duomo dell’Aquila potrebbe essere riaperta al pubblico e al culto a settembre. E’ infatti in fase avanzata la complessa operazione di messa in sicurezza e nei prossimi giorni sarà convocato un summit tra l’ufficio del vice commissario per i beni culturali, che sta seguendo l’intervento, i Vigili del fuoco, che lavorano da tempo nella cattedrale, e la Curia dell’Aquila. L’obiettivo è quello di verificare la situazione dal punto di vista tecnico, nonchè le intenzioni della Chiesa aquilana.  "La messa in sicurezza sta per terminare – spiega il vice
commissario per i beni culturali, Luciano Marchetti -, ora con i vigili del fuoco occorre chiarire quali sono le uscite e quante persone possono entrare nella parte che potrebbe essere di nuovo
fruibile. Ma l’ultima parola spetta alla Curia, chiamata a decidere sull’utilizzo del Duomo". Uno dei problemi potrebbe essere il fatto che in una parte del transetto il muro perimetrale è tenuto in piedi dalle macerie. La cattedrale di San Massimo, in piazza Duomo, è uno dei simboli dell’Aquila. Con la vicina Chiesa del Suffragio, o delle "Anime sante", è anche uno dei simboli del terremoto.

Leave a Comment