Il fuoco sta mandando arrosto mezza provincia

TERAMO – Non si ferma l’offensiva del fuoco in provincia di Teramo. Decine e decine di ettari di bosco e sottobosco sono in preda alle fiamme da diversi giorni e in moltissimi casi c’è la mano dell’uomo dietro a questi roghi. I vigili del fuoco hanno terminato nella prima mattinata la loro battaglia contro le fiamme a Montorio quando sono tornati al lavoro alle prime luci dell’alba in diversi punti dell’hinterlando del capoluogo, in particolare nella zona dei calanchi a Castellalto e a Canzano, poi ancora in contrada Canale e la frazione Villa Brozzi di Montorio al Vomano, le frazioni Magnanella e Rocciano a Teramo. E’ qui che il fronte del fuoco è più impegnativo del previsto, lambendo anche il noto Rifugio delle Aquile. Per fortuna non si registrano consegiuenze alle persone, ma tantissimo lavoro da parte dei pompieri e degli uomini della protezione civile e della forestale. Negli interventi sono impiegati un elicottero e i Canadair della Protezione civile che fanno la spola con la costra tra Tortoreto e Giulianova per i carichi di acqua da lanciare sugli incendi boschivi. In serata a Teramo incnedio nella zona della Motorizazione a Villa Tordinia.

Leave a Comment