L’Abruzzo al 12° posto nella "pagella sociale" del Sole 24 Ore

TERAMO – Non malissimo ma nemmeno bene la posizione dell’Abruzzo nella "pagella sociale" compilata dal quotidiano Il Sole-24 Ore e dal Centro studi "Sintesi" che ha preso in esame l’evoluzione degli ultimi dieci anni dei progressi socio-economici delle Regioni che si avviano verso il Federalismo in diversi settori. Fra le regioni italiane la Sardegna si è collocata all’ultimo posto mentre la prima in graduatoria è la regione Lazio seguita da Lombardia e Veneto, che hanno fatto più progressi dal 2000. Per elaborare la classifica sono stati presi in esame 43 indicatori suddivisi in otto macroaree: ambiente, credito, demografia e famiglia, dinamiche economiche, governance regionale, istruzione, mercato del lavoro e salute. La Sardegna è appunto ultima, unica a raccogliere un punteggio finale negativo, sotto la media con l’eccezione dell’Ambiente dove ha registrato la dinamica migliore fra tutte le Regioni. Nella graduatoria generale dopo Lazio (15 punti), Lombardia e Veneto (con 14 punti), si sono collocati al quarto posto ex equo con 12 punti il Trentino Alto Adige, l’Emilia Romagna, la Liguria e le Marche; all’ottavo con 10,5 punti il Friuli Venezia Giulia e la Toscana; al decimo con 8,5 punti la Valle d’Aosta e il Piemonte; al 12esimo posto con 8 punti l’Abruzzo; al 13esimo con 7,5 punti ex equo Basilicata e Molise; al 15esimo con 7 punti la Campania; al 16esimo con 6,5 l’Umbria; al 17esimo con 4 punti ex equo Puglia e Sicilia, al 19esimo con 2 punti la Calabria e al 20esimo col punteggio -1 la Sardegna.

Leave a Comment