Ancora tre scosse nella notte

TERAMO – Dopo la paura serpeggiata ieri all’Aquila (con quattro scosse di cui la piu’ forte di magnitudo 3.6), la terra, stanotte ha tremato tre volte. La prima scossa, registrata all’1,02 e’ stata di magnitudo 2.3. Secondo i rilievi dell’Ingv, il sisma si e’ verificato a 6,3 km di profondita’ e le localita’ prossime all’epicentro sono state Borbona e Cittareale nel Reatino e Cagnano Amiterno e Montereale nell’Aquilano.
All’1,50 la replica: stesso epicentro ma intensita’ piu’ elevata, 2.8. Alle 3,20 l’Alto Aquilano e’ stato scosso per la terza volta (magnitudo 2.1). Molte le persone che stanotte hanno dormito fuori. Sono tornati in funzione tende private, contanier e tende. Ieri c’e’ stata una riunione tecnica del Comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico, allargato ai Sindaci dell’Alta Valle dell’Aterno, convocata dal prefetto. Gli amministratori hanno chiesto il monitoraggio continuo dello sciame sismico, ma anche la possibilita’ di installare di nuovo tendopoli. Il prefetto ha assicurato risposte nelle prossime ore. Le scosse, si apprende, non hanno provocato danni a cose o feriti. Ma il centralino dei Vigili del fuoco da ieri e’ bollente.

Leave a Comment