D’Alessandro: "Chiodi ha una maggioranza a pezzi"

TERAMO – L’uscita dal Pdl di Daniela Stati ha reso l’occasione al Pd per per puntare il dito e sollevare dubbi sulla solidità della maggioranza della Giunta regionale. A intervenire, inuna nota, è il consigliere regionale del Pd, Camillo D’Alessandro secondo il quale l’ex assessore Stati, anche dopo le dichiarazioni diffuse ieri per motivare la sua scelta, non avrebbe chiuso alcune partite circa il ruolo del governatore Chiodi e del socio di studio Carmine Tancredi. Sulla vicenda il Pd chiede alla maggioranza la convocazione di un Consiglio regionale straordinario mentre al tempo stesso si interroga sulla compattezza della maggioranza. “Con la decisione dell’Assessore Stati di aderire al gruppo misto abbandonando il Pdl e le continue tensioni dovute alle posizioni dei finiani, dopo meno di due anni il presidente Chiodi si ritrova in Consiglio regionale appeso al filo di solo qualche voto in più – si legge nella nota di D’Alessandro -la maggioranza granitica si è trasformata in una granita sciolta al sole d’agosto con il capogruppo Giuliante che non risparmia critiche all’indirizzo di Chiodi. Se si votasse oggi al centro-destra mancherebbero numerosi voti e candidature. Chiodi ne prenda atto.”

Leave a Comment