Tomaificio Join, sospeso lo stato d’agitazione delle lavoratrici

TERAMO – Le lavoratrici del tomaificio Join di S.Atto, hanno interrotto lo stato di agitazione proclamato nei giorni scorsi a causa di mensilità arretrate non retribuite dall’azienda. La sospensione, informa una nota dei sindacati Cgil e Cisl, arriva dopo la proposta dell’azienda di riconoscere il debito nei confronti delle lavoratrici e di estinguerlo nell’ambito di un piano di rientro presentato ai sindacati e alle lavoratrici. Le lavoratrici, oltre al versamento delle spettanze dovute, hanno chiesto la qualificazione delle apprendiste e un acconto sulla mensilità di luglio 2010. Tra le richieste avanzate anche quella di sanare le situazioni sui Tfr e la documentazione Inps per precedenti sospensioni dal lavoro. Su questi punti è stta trovata un’intesa tra azienda sindacati e lavoratori che si riuniranno martedì in Provincia per la ratifica dell’accordo.

Leave a Comment