Nuova scossa di magnitudo 2.9 tra l’aquilano e il reatino

TERAMO – Una scossa sismica di magnitudo 2.9 e’ stata avvertita questo pomeriggio dalla popolazione tra le province de L’Aquila e Rieti. Le localita’ prossime all’epicentro sono i comuni di Borbona (Rieti), Montereale e Capitignano (L’Aquila). Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica. La scossa arriva dopo un’altra di magnitudo 2.0 registrata alle 5.31 nello stesso distretto sismico con profondita’ del terremoto e’ stata di 8,6 km. In questi centri dell’Alta Valle dell’Aterno la paura e’ molta e quasi tutti dormono in ricoveri di fortuna fuori casa: auto, roulotte o case in legno per chi ne è in possesso. La gente teme che questi allarmi possano anticipare qualcosa di piu’ grande, come gia’ avvenuto quel tragico 6 aprile 2009. In questi giorni di fine estate, le temperature notture si sono irrigidite, non si superano i 10 gradi ed i disagi oggettivi per chi sta fuori casa sono tanti. Nulla pero’ in confronto allo stillicidio psicologico che le continue scosse stanno provocando.

Leave a Comment