Sanità, Costantini: "Chiodi ha speso i risparmi previsti con la chiusura dei piccoli ospedali"

TERAMO – Carlo Costantini, capogruppo dell’IdV in Consiglio regionaleè tornato sul tema della Sanità e a puntare il dito contro il Piano di rientro. "I risparmi previsti nel Piano Operativo di Chiodi per la chiusura dei piccoli ospedali abruzzesi si sono già “bruciati”. Costantini fa riferimento a un allarme della Cisl che denuncia oggi come la sola scelta della Asl di Chieti di esternalizzare il servizio di riscaldamento delle strutture “comporterà una maggiore spesa di circa 1.500.000,00 di euro l’anno”. “Quasi l’intero importo stimato da Chiodi nel Piano Operativo – dice Costantini – come conseguenza della chiusura dei piccoli ospedali per l’anno 2010 e circa 1/3 dell’intero risparmio annuo a regime”. Quello che l’Italia dei Valori ha dichiarato negli ultimi mesi comincia, purtroppo, a prendere forma. “Lo smantellamento dei presidi ospedalieri sul territorio – prosegue Costantini – non rispondeva ad esigenze di contenimento della spesa, che invece potevano essere assicurate “tappando” le vere innumerevoli falle che drenano risorse dal bilancio regionale (appalti inutili, consulenze, gestione inefficiente degli acquisti di beni e di servizi etc.) sulle quali nessuno ha fatto e continua a fare nulla”. Secondo il capogruppo dell’Idv l’obiettivo di Chiodi era di natura politica: “indebolire sia in termini di risorse disponibili, che in termini di efficienza la sanità pubblica, per costruire nuovi e più ampi margini di manovra a favore della sanità privata".

Leave a Comment