Ad Atri torna fruibile Palazzo Cicada

TERAMO – Terminati i lavori di recupero e di riqualificazione, ad Atri il Palazzo Cardinale Cicada torna alla collettività. La struttura, informa una nota, verrà ufficialmente inaugurata giovedì a partire dalle 18.30. Gli assessori comunali al Patrimonio Piergiorgio Ferretti ed ai Lavori pubblici Francesco Filiani, illustreranno ai cittadni gli interventi effettuati, seguirà una visita all’interno ed un buffet. La Giunta di Atri, guidata dal sindaco Gabriele Astolfi, ha investito nel complesso immobiliare 400mila euro. I lavori sono stati appaltati a dicembre 2008 e hanno interessato il primo e il secondo piano dell’edificio, con la realizzazione di 49 mini alloggi fruibili e funzionali, con camera doppia, angolo cottura ed ampi spazi comuni. La struttura sarà destinata a residenza attrezzata per studenti, in virtù della presenza dell’Università dello Sport  e la prospettiva di nuovi percorsi formativi. Il bellissimo salone del piano terra, adiacente ai resti del teatro romano, di cui conserva molte strutture in buono stato di conservazione, sarà destinato alla refezione per gli studenti della scuola “Claudio Acquaviva”.
Ma le proposte attualmente al vaglio dell’amministrazione comunale sono molte.
“Dopo anni di incuria ed abbandono dell’ex orfanotrofio chiuso negli anni settanta, vittima degli agenti atmosferici e di atti di vandalismo – si legge in una nota – la riapertura rappresenta un momento importante per tutta la città e rendono giustizia ai cospicui investimenti dirottati sull’area negli anni passati”. Durante i lavori è stata inoltre ripulita  e dotata di un’adeguata illuminazione l’area archeologica esterna in modo da valorizzare una della zone più interessanti della città ducale.

Leave a Comment