Serie B. Pescara tonfo casalingo

TERAMO_Coi gol di Manfredini e Tiribocchi i bergamaschi conquistano un’importante vittoria per 2-0 contro il Pescara. Gli uomini di Colantuono occupano i piani alti della classifica. Due gol su palle inattive e molte occasioni, soprattutto nel primo tempo: l’Atalanta sbanca l’Adriatico di Pescara con una prestazione convincente e confermandosi ancora una volta una squadra cinica in attacco, ma soprattutto blindata in difesa: in quattro gare di campionato il portiere Consigli non ha ancora preso un gol. L’Atalanta parte subito forte grazie alla mobilità di Bonaventura, che mette in crisi con le sue discese sulla sinistra la retroguardia pescarese. Al 10′ azione di Pettinari sulla sinistra, che mette nel mezzo per Ruopolo. L’attaccante gira a destra per Bonaventura, il cui diagonale è deviato in angolo da Pinna. Sempre Bonaventura è pericoloso al 28′: il suo sinistro finisce di pochissimo lontano dall’incrocio dei pali. Il Pescara del primo tempo è poca cosa: in pratica non si rende mai realmente pericoloso nell’area nerazzurra. Nel secondo tempo la musica non cambia. E dopo otto minuti l’Atalanta passa in vantaggio: punizione di Carmona in area, Nicco si dimentica di Manfredini che insacca di testa. Nella girandola di cambi Di Francesco toglie Maniero e Soddimo per Ganci e Verratti, con l’obiettivo di dare una scossa alla manovra biancazzurra. Scopo centrato solo in parte: al 65′ arriva una clamorosa occasione (fuga di Verratti a tagliare il campo, palla per Gessa il cui tiro cross finisce sulla traversa e poi viene deviato in corner), ma l’Atalanta argina bene gli attacchi dei padroni di casa, e colpisce ancora una volta laddove sono più deboli, ossia sulle palle inattive. A nove minuti dalla fine angolo di Ceravolo, sponda di Ardemagni e conclusione di testa vincente di Tiribocchi, che chiude la partita. C’è tempo solo per l’espulsione di Verratti (per lui 33 minuti in campo, sei falli e due ammonizioni rimediate: un ruolino da difensore spaccagambe più che da nuovo talento del calcio italiano) e di Carmona, fesso quanto basta per cadere nella provocazione di Ganci.  Il Novara conserva la vetta della Serie B con 10 punti e attende la replica del Modena, il cui posticipo a Crotone chiudera’ la 4/a giornata. Classifica: Novara 10 punti; Ascoli, Atalanta e Siena 8; Vicenza e Modena* 7; Empoli e Portogruaro 6; Padova, Frosinone, Livorno, Triestina e Varese 5; Sassuolo, Torino, AlbinoLeffe e Reggina 4; Crotone* e Cittadella 3; Grosseto e Pescara 2; Piacenza 1. *: una partita in meno. Il Novara non si ferma. In attesa del posticipo Crotone-Modena, batte il Grosseto 2-1 nella 4/a giornata di Serie B. Ospiti avanti nel primo tempo con Vitiello; doppietta di Bertani nella ripresa. Tra gli altri risultati, da segnalare la prima vittoria del Torino: 2-1 a Sassuolo. Altre: Albinoleffe-Varese 3-1, Empoli-Triestina 1-1, Frosinone-Portogruaro 1-0, Padova-Reggina 4-0 (ieri), Pescara-Atalanta 0-2, Piacenza-Ascoli 2-4, Siena-Cittadella 3-1, Vicenza-Livorno 0

Leave a Comment