Stati: "Tanti interrogativi su Abruzzo Engineering"

TERAMO – Daniela Stati, l’ex assessore regionale alla Protezione Civile, costretta a dimettersi dopo l’avvio dell’inchiesta su presunte tangenti nella ricostruzione chiede che nel Consiglio regionale straordinario su Abruzzo Engineering, in programma il 21 settembre, si faccia luce su tante questioni che riguardano la società. "Pretendo delle risposte su vari aspetti – ha dichiarato in una conferenza stampa all’Emiciclo – partendo dal fatto che Abruzzo Engineering non è un assessorato che dipende direttamente dal mio mandato, ma dall’assessore allo Sviluppo Economico, Alfredo Castiglione". "Vorrei conoscere – ha proseguito – in qualità di consigliere regionale, la situazione debitoria della società in house, inoltre mi piacerebbe sapere nel periodo Stati-Chiodi quante assunzioni sono state fatte, quanti dipendenti di preciso ha Abruzzo Engineering allo stato attuale, come sono stati assunti e come venivano affidati i lavori". La Stati, che giorni fa ha lasciato il Pdl per confluire nel gruppo misto, ha rinnovato l’invito al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a "venire a chiarire tutta la vicenda: la firma sulle ordinanze l’ha messa lui. Io non ho dato un euro a quella società".

Leave a Comment