Trasporto pubblico, i nuovi orari scolastici creano disagi agli studenti della Vibrata

TERAMO – Disagi sul trasporto pubblico per gli studenti della Val Vibrata diretti nelle Marche segnala il consigliere regionale del Pd, Claudio Ruffini all’assessore ai Trasporti della Regione Abruzzo, Giandonato Morra. A farne le spese per Ruffini finora sono stati gli studenti che frequentano le scuole nella provincia ascolana. Il problema per Ruffini è emerso con i nuovi orari scolastici introdotti con la riforma Gemini che sembrerebbero più coincidere con i servizi dei trasporti. “L’Arpa non riesce a garantire le corse necessarie – dice Ruffini – anche perché gli orari scolastici sono cambiati e bisognerebbe garantirne un adeguata riorganizzazione del trasporto. Il rischio è che le aziende private marchigiane decidano di potenziare il servizio di trasporto verso l’area vibratiana, entrando ed erodendo il  mercato di casa nostra”. Della vicenda Ruffini ha investito direttamente l’assessore Morra in una lettera nella quale chiede di attivarsi per superare i disagi. “C’è il rischio concreto che molti studenti, soprattutto nelle aree interne, restino a piedi e senza la possibilità di raggiungere le scuole del capoluogo. Ho invitato l’assessore Morra ad istituire  un osservatorio regionale d’intesa con l’ufficio scolastico regionale e le quattro amministrazioni provinciali per evitare il più possibile disservizi agli studenti e alle loro famiglie. E’ vero che sarà difficile coprire con linee dedicate gli orari di tutte le scuole o i doppi turni –conclude Ruffini – ma il settore scuola già gravemente debilitato dai tagli alla didattica non può subire oggetto di ulteriori inefficienze. La scuola è un diritto essenziale e come tale non può essere oggetto di tagli indiscriminati, l’assessore indirizzi gli sforzi verso il mantenimento di quei diritti che finora ci sono stati garantiti.”

Leave a Comment