Sicurezza Alimentare, Uilcom: "Valida proposta dell’Izs di istituire all’Aquila un Centro mondiale"

TERAMO – "La proposta avanzata dal direttore dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo Vincenzo Caporale d’istituire all’Aquila il Centro Mondiale per la Sicurezza Alimentare, e’ uno dei progetti sul quale, come Uilcom-Uil L’Aquila, chiediamo risposte concrete alle Istituzioni”. Lo dice il segretario del sindacato provinciale aquilano, Piero Francazio. “Una proposta valida ma anche un’opportunità di lavoro per territorio Aquilano che, dopo il sisma, continua a vivere un’ evidente sofferenza occupazionale. Sono passati mesi dalla nascita del progetto valutato positivamente anche dal presidente della Regione Chiodi, ma ad oggi non c’e’ stato nulla di concreto e tutto tace su questa opportunita’ che permetterebbe l’inserimento di un importante tassello nella ricostruzione della nostra città”. La Uilcom-Uil dell’Aquila – prosegue Francazio – fa appello alla costituita ‘governance’ della ricostruzione regionale e locale, non solo per riprendere questo valido percorso “che si e’ interrotto senza sapere il perché”, ma anzi sia studiato e, di concerto con tutte le parti interessate, sia portato celermente a compimento". Il sindacalista parla di "un’ottima opportunita’ anche e soprattutto sotto il profilo occupazionale dove l’organizzazione prevista sara’ inizialmente costituita da circa 50 persone,per lo piu’ con formazione universitaria d’eccellenza, la maggior parte prese dal nostro territorio e impiegati in vari settori: coordinamento studi scientifici e tecnici,analisi del rischio, cooperazione internazionale,formazione e sistemi informativi. La Uilcom-Uil L’Aquila chiede al governatore Chiodi e alle istituzioni locali di aprire subito un confronto con il governo , in particolare con i Ministri dell’Economia e della Salute , per avere a L’Aquila il Centro Mondiale per la Sicurezza Alimentare con garanzie occupazionali, a partire dalla volonta’ di aderire alla proposta espressa dall’Organizzazione Mondiale della Sanita’ Animale".

Leave a Comment