I presidenti Figc Abete e Tavecchio domani a l’Aquila

TERAMO_ Domani, alle ore 15, il presidente della FIGC Giancarlo Abete ed il presidente della LND Carlo Tavecchio inaugureranno, insieme al consigliere federale Gabriele Gravina ed alla presenza delle autorità sportive ed istituzionali della città e della regione, il campo federale Nello Mancini de L’Aquila, ristrutturato a seguito del sisma del 6 aprile 2009.Inaugurato nel 1955 ed intitolato al primo presidente della FIGC Abruzzo, il campo Nello Mancini ha finalmente riaperto i battenti a dicembre dell’anno scorso quando, grazie all’impegno economico della Federazione Italiana Giuoco Calcio ha potuto ridare alle squadre dell’Aquila e del suo circondario la possibilità di giocare. Soltanto da dicembre a giugno di quest’anno, il campo Mancini, oggi completamente in erba artificiale, ha visto compiere 160 gare per un totale di 1000 giocatori suddivisi in 15 squadre, impegnate da pomeriggio a notte fonda in oltre 800 allenamenti. Ma le azioni della FIGC ed della LND non sono finite qui: i proventi della partita di qualificazione ai mondiali Italia – Bulgaria sono stati destinati alla città aquilana che li utilizzerà, molto probabilmente, per il ripristino del campo da gioco della sua prima squadra. La giornata di domani sarà anche l’occasione per fare il punto della situazione sul Progetto UEFA – FIGC – Comitato Regionale Abruzzo volto a ristrutturare gli impianti sportivi de L’Aquila e dei comuni del cratere grazie ad un fondo di 1 milione di franchi svizzeri messo a disposizione dalla stessa UEFA.In base a questo progetto i comuni designati hanno fatto domanda ad una Commissione appositamente costituita, di cui fanno parte anche il Consigliere Federale Dott. Gravina ed il presidente del Comitato Regionale Abruzzo Ortolano, ed hanno ottenuto le risorse da destinare ai propri progetti di ricostruzione. Nell’ambito delle azioni di solidarietà, si inseriscono anche le azioni della LND e del Comitato Regionale Abruzzo che, sin dal giorno dopo il tragico evento, hanno messo a disposizione circa 400.000,00 euro per un fondo di solidarietà grazie al quale sono stati ripristinati, anche, i campi di Prata d’Ansidonia e di Ocre. A tutte le squadre del cratere è stata, inoltre, garantita la gratuità delle iscrizioni ai campionati e consegnato il materiale sportivo necessario all’attività.

Leave a Comment