Costantini: "Disarmante l'intervento di Chiodi"

TERAMO – "Quello di Chiodi è stato un intervento disarmante, scivoloso, gelatinoso, pieno di insinuazioni, come quella rivolta a ‘piccoli’ magistrati in cerca di notorietà e non già ai magistrati che troppo spesso fanno finta di non vedere e di non capire. Quelli vanno bene a Chiodi, come a Berlusconi, ma non vanno bene ai cittadini, alla stragrande maggioranza degli abruzzesi, a quelli che ingenuamente lo hanno votato, illudendosi che rappresentasse il cambiamento". Lo ha dichiarato il capogruppo Idv in Consiglio regionale d’Abruzzo e coordinatore dell’opposizione, Carlo Costantini. "Ci ha dato degli sciacalli, dimenticandosi che proprio da una attività di sciacallaggio su un’inchiesta giudiziaria è scaturita la sua elezione. Ha accusato i trasformisti, dimenticandosi che Berlusconi li paga perchè diventino tali. Ha accusato i partiti che allevano la propria classe dirigente, dimenticando che lui stesso e quasi tutto il gruppo teramano è addirittura figlio di ex amministratori. Ha detto di interpretare i diritti dei più giovani, ma non ha detto che voleva piazzargli due inceneritori sotto il naso. Ha detto che bisogna lasciar lavorare i magistrati, ma poi si è cimentato in un’assoluzione preventiva di tutti i coinvolti nell’inchiesta. Chiodi ha tradito il proprio patto con gli elettori, ha esposto nuovamente l’Abruzzo al fango dell’ennesima inchiesta giudiziaria. Ha perduto anche l’ultimo barlume di credibilità nei confronti dell’intera società abruzzese. Basta e avanza per invocare ancora una volta le sue dimissioni, per il bene dell’Abruzzo e degli abruzzesi".

Leave a Comment