I nomi che portano alto il nome di Teramo al premio Annino Di Giacinto

TERAMO – Torna giovedì a partire dalle 19 in Corso Porta Romana il “Premio Annino Di Giacinto – per il contributo alla crescita di Teramo” promosso dall’associazione culturale “Porta Romana Bella” e coordinato dal presidente Marcello Schillaci. L’evento informa una nota, si propone come un tributo a chi, in ambito culturale, politico, sociale ed economico, si è distinto a Teramo per la sua crescita. La giuria, composta da Giuseppina Bizzarri (docente della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Teramo), Nicola De Fabritiis (editore), Simone Gambacorta (giornalista e critico letterario), Elso Simone Serpentini (giornalista e scrittore) e Marcello Schillaci (promotore) ha individuato tra i destinatari del riconoscimento le seguenti figure: Maurizio Cocciolito per la Musica e il Teatro, Rita Tranquilli Leali per la Cultura, Pierlugi Montauti per la Promozione della cultura sportiva come strumento di dialogo e pace fra i popoli, Maurizio Anselmi per la Fotografia, Marco Chiarini per il Cinema, l’Associazione Donatori di sangue per l’Associazionismo, Gianfranco Mazzoni per il giornalismo televisivo, Stefano Canzio per la Politica, Marcello Martelli per il giornalismo della carta stampata, Giandomenico Di Sante per l’Imprenditoria e Luciano Campitelli per lo Sport. Nella prima edizione ha premiato Gianni Chiodi per la Politica, l’onorevole Antonio Tancredi per la Cultura, Silvio Araclio per lo Spettacolo, Sandro Melarangelo per l’Associazionismo, Carlo Antonetti per lo Sport, Antonio D’Amore per il giornalismo della carta stampata e Walter Cori per il giornalismo televisivo. “Il Premio Annino Di Giacinto – spiega Marcello Schillaci – è nato per omaggiare la memoria di un teramano che ha dato molto alla sua città e che, nonostante la prematura scomparsa, resta vivo nei ricordi di chi lo ha conosciuto”. In caso di maltempo, l’evento si terrà presso la Sala Santa Maria Bitetto in via Stazio.

Leave a Comment