Anziani e disabili assistiti sul territorio dalla casa di riposo Alessandrini

CIVITELLA – Sarà la Casa di riposo "Alessandrini" di Civitella del Tronto a gestire i servizi domiciliari per anziani e disabili di tutto il territorio. Questo sarà possibile grazie all’intesa siglata tra la Comunità Montana della Laga e lo stesso Ente assistenziale. In sostanza si attua un progetto unico esempio in Abruzzo (è il primo caso di affidamento del servizio a una Ipab, Istituto di assistenza e beneficenza), diretto all’assistenza ad anziani non autosufficienti e disabili sul territorio di Civitella, attraverso il sostegno nelle attività fisiche quotidiane, nella gestione e nell’accompagnamento per le attività extra domiciliari ma anche nelle relazioni sociali e famigliari. Si tratta di un innovativo servizio di assistenza, fortemente voluto dall’assessore ai servizi sociali, Manuela Fini, che è anche il presidente della Comunità montana della Laga. Le attività sono cominciate lo scorso 1° ottobre, e riguardano 9 anziani e 11 persone disabili, in attesa di una possibile estensione anche ad altri pazienti, in correlazione con altri fondi. «La Casa di riposo di Civitella, unanimemente considerata come una delle migliori realtà nel panorama socio-assistenziale abruzzese – ha commentato il sindaco di Civitella Gaetasno Luca Ronchi -, rappresenta il fiore all’occhiello della nostra comunità per l’eccellente qualità dei servizi erogati nei confronti di categorie particolarmente svantaggiate. Con l’impegno ed il duro lavoro del personale e di tutti gli Amministratori, tale struttura ha raggiunto importanti traguardi, tra i quali l’accreditamento con la Regione Abruzzo e nel 2008, prima in Abruzzo, la certificazione di qualità ISO 9001:2008». Il primo cittadino ringrazia particolarmente l’amministratore della casa di riposo, Gianni Neri, e il direttore Sandra di Domenico. «L’iniziativa – ha spiegato il sindaco – nasce da un progetto pilota realizzato nel 2007 e finanziato dala Comunità europea che si prefiggeva l’obiettivo di portare la Casa di Riposo al domicilio degli utenti, mediante la  esternalizzazione dei servizi normalmente erogati nella Casa di Riposo.

Leave a Comment