Lutto nell'imprenditoria teramana, è morto Bruno Ballone

TERAMO – Un gravissimo lutto ha colpito il mondo dell’imprenditoria giovanile teramana. E’ morto all’età di 33 anni, stroncato molto probabilmente da un infarto, Bruno Ballone, componente del Consiglio di amministrazione del Gruppo Baltour, tour operator leader in Abruzzo dei trasporti privati, figlio del più noto Agostino. Bruno Ballone stava riprendendo lentamente l’attività al fianco del padre nell’azienda che gestisce non solo il trasporto pubblico urbano a Teramo ma anche una vasta serie di autolinee in Italia, dopo aver subito un intervento chirurgico a Milano. Come di consueto e come era nel suo stile, si era rituffato nel suo lavoro, con la passione che in lui diventava dote apprezzatissima. La notizia ha fatto il giro della città, a riempire di stupore il pensiero e le voci di chiunque, anche di chi non lo conosceva direttamente. Teramo perde un figlio attivissimo, una professionalità nel suo settore di grande livello. Conclusi gli studi, si era subito inserito nell’azienda di famiglia contribuendo, in pochi anni, afarla crescere fino a diventare una realtà di riferimento nei collegamenti privati tra le città di mezza Italia ma soprattutto specializzandosi nell’attività di tour operator, come specialista nelle mète delle vacanze, Egitto in particolare. In lutto è anche il mondo dello sport: Bruno era molto vicino, non solo come imprenditore, alle squadre della sua città, in particolare la BancaTercas Teramo e la Teknoelettronica Teramo. La redazione di emmelle.it si stringe vicino alla famiglia del caro Bruno.

Leave a Comment