Ad Atri si è spento "Maestro Pietrino"

TERAMO – Si è spento nella sua casa di Casoli di Atri,all’età di 87 anni, Pietro Tavani, storico testimone di un mestiere quasi scomparso: il costruttore di “ddù bbotte”. Tavani era uno degli ultimi artigiani della provincia che si dedicava alla costruzione di un oggetto tipico della nostra tradizione. “Chiamarlo artigiano è forse riduttivo – ha dichiarato il vice sindaco Domenico Felicione – Pietro era un maestro che, purtroppo, porta via con se segreti e conoscenze di un mestiere che è quasi scomparso”. A Casoli il famoso organetto abruzzese si costruisce dalla seconda metà dell’800. L’attività artigiana la iniziò il nonno di Pietro Tavani, suo omonimo, e da allora chiunque volesse il suo strumento, fatto su misura, sapeva che doveva recarsi nella bottega del “maestro Pietrino”. Conosciutissimo non solo nella sua città, per anni gli organetti li aveva anche suonati, regalando quella carica e quella allegria tipica della nostra cultura contadina. Si era esibito in Italia e all’estero insieme al coro Di Jorio. Di certo si può dire che con la sua opera di artigiano e musicista ha contribuito non poco alla salvaguardia e alla riscoperta di una cultura musicale che per lungo tempo è stata a rischio di scomparsa. I funerali si svolgeranno domani nella chiesa di Santa Marina a Casoli.

Leave a Comment