Castiglione si impegna a rilanciare il protocollo Vibrata-Tronto

TERAMO – Crisi economica in provincia di Teramo, spiragli positivi arrivano dall’assessore regionale alla Attività Produttive, Alfredo Castiglione nel corso dell’ultima seduta del question time dopo una un’interpellanza sottoposta dal consigliere del Pd, Claudio Ruffini nella quale si chiedeva lo stato dell’arte del rilancio previsto nel protocollo Vibrata-Tronto e la sollecitazione di un incontro con le rappresentanze sindacali e datoriali. “Finalmente qualcosa si muove – ha dichiarato Ruffini – Castiglione si è detto disponibile a rilanciare il Protocollo Vibrata-Tronto anche perché gli accordi di Programma Quadro, temporaneamente sospesi dal ministro Tremonti, potrebbero essere riavviati con la finanziaria nazionale 2011. Ciò si tradurrebbe in finanziamenti per investimenti produttivi. Il vice-presidente ha preso anche l’ impegno di mettersi in contatto con l’omologo assessore della Regione Marche per definire una strategia comune”. Secondo Ruffini altri impegni annunciati da Castiglione riguardano i fondi Fas che al momento vedono esclusa la Val Vibrata e azioni a favore dell’accesso al credito. Castiglione si è detto inoltre disponibile a raccogliere la sollecitazione del Pd, impegnandosi a trovare risorse per la Val Vibrata in una successiva rimodulazione dei fondi del programma Fas e a reperire nuove risorse dal Fesr per aiutare l’accesso al credito delle imprese in difficoltà. “Ora ci auguriamo che gli impegni vengano rispettati – ha dichiarato soddisfatto Ruffini – in tal senso il nostro compito sarà quello di continuare a vigilare. Non ho ricevuto nessuna risposta sulla vicenda Atr – ha proseguito  – che continua ad essere snobbata dalle istituzioni regionali e provinciali. Ritengo che l’Atr sia un’azienda di eccellenza che deve essere salvata ad ogni costo. Se ci fosse un deciso intervento della Regione si potrebbe creare nuovo interesse tra gli imprenditori in vista del secondo bando di vendita”

Leave a Comment